Senza paura davanti allo specchio L’integrità nasce dal rispetto delle proprie idee ed ideali

image

Al giorno d’oggi la gente conosce il prezzo di tutto e il valore di niente.(Oscar Wilde)
Definizione terribile che racchiude in poche semplici parole la meta verso cui alcuni vorrebbero portare la nostra società.  Oggi più che al tempo di Wilde è più semplice dare un prezzo ad ogni oggetto, o volendo, anche ad ogni individuo; qualcuno potrebbe storcere il naso per questa mia affermazione, ma è così che abitualmente siamo abituati. Non mi riferisco ad un prezzo puramente economico… parafrasando “ti farò un offerta che non potrai rifiutare”. Sin qui ho parlato di prezzo, e questo non è casuale, ma quello che si attribuisce con fatica è il valore. Per alcuni questi due termini sono sinonimi.  …nella Polinesia di Gaugin l’innocenza e l’integrità morale rappresentano il sogno di una terra utopica… Cosa significa attribuire un valore a qualcosa o qualcuno? Per alcuni di noi – penso che la mia generazione sia l’ultima che è stata educata in tale senso – è una cosa automatica o quasi: il valore è semplicemente una parte irrinunciabile di qualcuno (o anche qualcosa) che contribuisce ad attribuire un significato. Il valore di una persona è il fulcro del suo essere, il punto di congiunzione tra quello che ci è stato insegnato e quello che siamo e che diventiamo, è il nutrimento principe della sua anima: la sua essenza più intima e vera.  Per questa ragione dare valore alla persona significa esaltarla nella sua totalità, apprezzare la sua più profonda essenza. Perché troviamo tanto semplice attribuire un prezzo a qualcosa ma non riusciamo a vedere il valore di ciò che ci circonda? Quando il valore ha perduto la sua importanza? dividuo è’ la coerenza sia di pensiero che di operato. Io ho sempre avuto grande rispetto per chi ha combattuto strenuamente per le sue idee e per i suoi valori, al di là del fatto che io sia stata d’accordo o meno con il loro pensiero, ho sempre apprezzato la forza e la determinazione con cui queste persone hanno difeso I loro ideali. Da qualche anno a questa parte sto’ assistendo, mio malgrado, ad una degenerazione generale di valori. Provo un senso di ribrezzo nel vedere delle persone prima combattere strenuamente delle battaglie, mettersi in gioco in toto per una causa, o sotto una bandiera… e poi… vederli il giorno dopo fare lo stesso per qualcosa di opposto. Sarebbe troppo facile e riduttivo associare questa pratica solo agli attuali quarantenni o cinquantenni, o riferirla ad un solo settore della É arrivato un momento in cui la società ha smesso di considerare i suoi pilastri come tali ed ha assestato il colpo di grazia ad un sistema già in profonda crisi. La rincorsa alla “modernità” mondana ha portato a sostituire delle certezze con l’effimero. Questo ritengo che sia il punto di svolta in negativo e da qui la parabola discendente ha tratto origine. società. Sarebbe troppo semplicistico dire, mah ha fatto bene, è’ stata una grande occasione sarebbe stato un peccato rinunciare ad un’offerta così ghiotta… ma così facendo si dà un prezzo all’integrità si dà un prezzo ai valori; chi di noi non ha mai pensato che non schierarsi sarebbe stata la scelta più facile, che non manifestando il proprio dissenso verso qualcuno si poteva evitare la bufera… ma così facendo l’unico risultato che si può ottenere è dare credito alla disfatta. Io rispetto coloro che dicono quello che pensano e che fanno quello che dicono, sempre e comunque, assumendosi le conseguenze delle loro azioni e delle loro scelte… chi sceglie e non torna sui suoi passi… chi ha delle idee, crede in un ideale e non lo rinnega per un mero tornaconto. Avere uno specchio e riuscire a specchiarsi ogni mattina, ogni giorno della vita, guardare un amico negli occhi senza aver paura che lui possa leggere la disonestà e il tradimento nei miei occhi. Per cultura ed educazione personali ho sempre ritenuto che il valore fondamentale di un inpagina La nostra integrità è l’unica cosa che nessuno può portarci via, a meno che non ci vendiamo noi al primo offerente

Articolo pubblicato sul numero 82 della rivista Excalibur

~ di Ory B. su 31 marzo 2015.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: