Più che un auspicio una speranza

penna-stilograficaChe cosa sarebbe la vita senza speranza? Una scintilla che sprizza dal carbone e si spegne; e come nella torbida stagione si ode una folata di vento, che spira un istante e poi va morendo, così sarebbe pure di noi!

( Friedrich Hölderlin)

 

La speranza e’ l’unico sentimento che, nonostante tutto, non mi ha mai abbandonato. Sara’ una semplice e mera illusione o, forse un estremo tentativo di trarre forza per sopportare qualcosa di insopportabile, o, magari, la mera illusione che ci sia un limite al peggio e che una volta toccato il fondo un barlume di lucidità  non ci spinga ad iniziare a scavare.

Chiamatela speranza, chiamatela illusione, chiamatela ingenuità  ma questa compagna mi e’ stata vicina, in ogni momento della mia vita, e ancora mi accompagna.

Poi mi vengono in mente le parole di San Tommaso Moro

“Signore, dammi la forza di cambiare le cose che si possono cambiare.
Dammi il coraggio di accettare le cose che non si possono cambiare.
Signore, dammi il buonsenso di distinguere le prime cose dalle seconde”

Alcune cose possiamo cambiarle e possiamo farlo da soli, per altre dobbiamo sperare nel buonsenso degli altri, anche di quegli altri che non conosciamo e dei quali non sappiamo niente.

La mia speranza e’ che il baratro verso cui stiamo lentamente correndo possa essere evitato, e questo può  essere fatto solo da chi sa guidare…passa in secondo piano se la guida verrà  affidata a chi seguirebbe la stessa strada che farei io, ma, ciò  che assume veramente importanza e’ la capacita’ di affrontare e gestire la situazione.
A cosa servirebbe chi, in questa situazione, si mettesse ad urlare ed inveire contro chi ha guidato l’auto sino a 100 metri prima senza però prendere in mano i comandi (che per altro gli sono totalmente sconosciuti) e fare qualcosa???

O ancora…se tu stessi male e avessi necessita’ di un intervento chirurgico complesso a chi ti affideresti? Ad un professore di comprovata esperienza, anche se la sua corposa parcella (magari pagata anche in nero) finirà  nel suo già  abbondantemente corposo conto in banca; o ad un giovane medico che non ha mai visto una sala operatoria, solo perché inveisce contro i primari e contro la “casta” dei professori???

In ciascuna di queste situazioni io sceglierei sempre l’esperienza e la capacita’…certo il pilota può  sbagliare strada o causare un incidente, e il professore può  sbagliare degli interventi e sicuramente in una vita passata ad operare avrà  perduto qualche paziente…ma senza ombra di dubbio sceglierei l’esperienza.
Si sbaglia, si commettono errori più o meno gravi ma si può  sbagliare solo se si ha operato [come dicevano i saggi: solo chi non fa non sbaglia] …e’ molto, troppo facile salire su un piedistallo e puntare il dito contro chi ha fatto, urlando, sbraitando e vomitando insulti verso chi fino al giorno precedente ha operato. Ma chi e’ colui che sale sul pulpito??? Ma soprattutto perché’ sale su quel pulpito a vomitare insulti???

In queste ultime settimane abbiamo assistito a molte di queste scene, professionisti, giornalisti e comici falliti che attaccano la politica, anzi attaccano gli uomini e le donne che fanno politica…ma…per quale ragione indossano il mantello del supereroe ??? Pubblicamente solo perché  ritengono di poter salvare il nostro paese, chi sparando insulti a destra e a sinistra, e talvolta al centro, chi fino al giorno prima dell’accettazione di candidatura sbandierava una fede politica che ora rinnega…e altri ancora… chissà’ perché  le elezioni fanno sempre spuntare qualche nuovo “salvatore della patria”… Per carità  non tutti sono degli inetti, c’e’ qualcuno che almeno conosce bene l’economia e tutti i suoi meandri…ma la questione fondamentale e’ :
perché’ adesso sono tutti pronti a vestire i panni dell’eroe salvatore della Patria contro quei politici che altri nn sono se non mostri, cattivi e pure antipatici???

Non so perché  ma il primo ed unico pensiero che mi viene in mente e’ che anche a loro fa gola quella fetta di potere che gli altri hanno gestito per anni. Fa gola non solo il potere ma la possibilità  di esercitarlo, anche se sicuramente non sono in grado di farlo. Soldi e potere hanno mosso le genti per millenni e continuano a farlo. Il potere fa gola a tutti ma no tutti sono in grado di gestirlo…ricordiamo quello che diceva Kissinger (un uomo che sapeva cosa era il potere)

Il potere è l’afrodisiaco supremo.

Quindi la mia speranza e’ che venga fatta una scelta ponderata, ragionata e logica.

Qualunque sia la scelta di schieramento quello che conta e’ compiere una scelta sensata e utile…su una barca se ci sono 4 remi i vogatori devono remare tutti nella stessa direzione e a coppie seguendo il ritmo del vogatore in modo tale che la barca vada avanti e sia controllabile, altrimenti se ciascun vogatore remasse per proprio conto la barca non andrebbe da nessuna parte, navigherebbe senza timoniere in balia delle correnti e dei venti.Avere troppi passeggeri che si spostano da una parte all’altra della barca senza avere una collocazione propria può  essere d’aiuto solo se si vuole far affondare la barca prima del tempo

Ecco la mia speranza: una scelta ponderata, ragionata, logica e sopratutto UTILE  per la governabilità  del paese, e’ necessario avere una netta maggioranza. I piccoli partiti, soprattutto quelli che nascono per le elezioni e che sono destinati a morire per il fuoco amico, sparato dai commilitoni che si azzuffano per una briciola caduta dal tavolo, sono utili solo a far colore sulla scheda elettorale…colori e simboli evanescenti come le nuvole…

~ di Ory B. su 17 febbraio 2013.

2 Risposte to “Più che un auspicio una speranza”

  1. Hello, I check your blogs regularly. Your writing style is witty, keep doing what you’re doing!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: